9.10.15

LE FASI DI TRANSIZIONE E LA NUOVA DIMENSIONE

LA NUOVA DIMENSIONE. "Si era messa in movimento, anni e anni prima, ma solo adesso si iniziavano a intravedere i primi risultati di un cambiamento faticoso, lento e immenso. Non se ne sarebbero accorte le persone a lei vicine, poiché i pregiudizi e la pigrizia portano sovente a collocar l'oggetto in una teca, distrattamente, e una volta per tutte. Piuttosto, l'avrebbero assaporata gli sconosciuti astanti del suo nuovo mondo. Lei era colei che io avevo sempre visto, e la farfalla ormai era pronta per volare nel mondo. Aveva trovato la sua nuova dimensione. Il momento giusto è all'improvviso, da noi stessi sapientemente preparato, nascosto nel tempo dell'attesa". (M. De Pretis,  Note a margine dell'essere umano, 1970).