31.3.08

Videogames


Mi chiamo Pepo.
Ho 15 anni e ho rischiato di morire, mica per l'ecstasy, no, per i videogames.
Bisogna scriverlo sulla scatola del giochetto: se ci giochi troppo ci schiatti col cervello.
Mia madre c'aveva paura che giravo troppo in discoteca, non voleva che uscivo, era contenta che giocavo a casa, così mi controllava, lei guardava la tv e io giocavo.
Pure 8 orette al giorno, o la notte.
Roba che se studiavo come giocavo adesso ero un genio.
Mia madre era meglio che mi faceva uscire.
E' più pericoloso dentro una stanza col pc che fuori a una piazza con gli amici.

PS: A maggio facio pure una lezione a scuola. Per dire de non rincojonisse troppo coi pc, ma neanche alla tv. Come mia madre, le bidelle e certi professori.