15.10.13

Oggi con la prof Erika abbiamo letto una poesia di Kipling. Mi ha fatto capire che bisogna avere fiducia in noi, pure se qualcuno non ci crede in noi. Eppoi è importante saper aspettare, ci vuole pazienza, mica tutto e subito come siamo abituati noi ragazzi. Poi ho capito che i sogni sono importanti ma ci vogliono pure i piedi per terra sennò i sogni ti portano via dalla vita. Ma senza sogni la vita è già finita. E poi un pezzo che mi piace è quello che riguarda la capacità di perdere. Perché io sono un mezzo rosicone. Ma perdere fa parte della vita, è un allenamento per future vittorie (se t'impegni altrimenti è tutto un cavolo), e quando perdi, stai zitto e porta a casa e ricominci di nuovo da capo. Ci vuole Volontà, bisogna tener duro. Ecco forse se seguo questi principi, un giorno sarò un Uomo. (Leggendo Kipling, memorie di un adolescente, dal doc di A. Battantier, Filippo M., 2007).