Passa ai contenuti principali

Sex Peal 2006: sesso malato?




L’ultima ricerca M.T.Nati (Sex-Peal 2006, dal nome del piccolo comune spagnolo dove è stata presentata, campione europeo maschile: 1500 soggetti, 18/75 anni) non lascia spazio a tanti dubbi: il sesso estremo è tornato di moda.

Un lungo studio durato un decennio, mostra come, ormai, i rapporti a due siano quasi superati, almeno nei sogni:

"da rapporti a tre, a quattro, a cinque fino ad orge da consumarsi in villette esclusive" (+38%)

"ma anche in location squallide e malfamate" (+8%).

E che si fa tra le lenzuola?
Tendenzialmente:
"si dorme di più" (+45%).

Oramai, infatti, il letto è diventato l’unico luogo dove "riposare il corpo", mentre, per le attività "belliche", si preferiscono:

divano (+13%),
garage e box (+16%),
l’intramontabile ascensore con blocco sensore (+4,5%),
un’insospettabile museo (+9%),
il cinema, specie se "noioso ed autoriale italiano ("+37%).

I risultati di questa indagine evidenziano come il mondo del sesso in Europa, sia cambiato.

Ad esempio:
i rapporti sessuali sono diminuiti (-16%) ma, qualora ce ne sia l’opportunità, "fugacemente se ne approfitta con spirito complulsivo", fino a raggiungere l’orgasmo 3 volte in 15 minuti (+0,8%): con il partner abituale quando scatta la rara intesa (+10%), ma anche con anonimi avventori, i cosiddetti "protagonisti della strada" (+34%), siano esse "donne, uomini, bambini (purtroppo un +17%)".

Lo psichiatra e psicologo M.T.Nati sottolinea come ormai la durata del rapporto sia solo un dato "surrogato e non vincolante", o, per meglio dire:

la qualità del rapporto sembra privilegio raro, soprattutto perché "non c’è più tempo di fare niente:

il camionista ha fretta, il manager ha fretta, il politico ha fretta, il prete ha fretta!".

E sì, perché, sorpendentemente, anche i prelati sembrano essere interessati alla sfera carnale della conoscenza (+2,1 %) anche se confessano poi (+1,5%) "di provare un forte senso di colpa".

Secondo M.T.Nati, infine, una buona fetta di uomini vorrebbe avere "la moglie come amante e l’amante come moglie" (+32%), probabilmente perché in questo modo la fedeltà verrebbe fatta salva, ma non a scapito del sempre verde fascino del proibito.

Post popolari in questo blog

Mi chiamo Andrea Giovanni Battantier, psicologo in un Consultorio

(Dedicato a mio padre e al papà di Antonio Leotti)

Me ne sono andato pensando all'errore di lasciare solo mio padre, Antonio Gennaro Battantier, nato a San Casciano dei Bagni, agricoltore, uomo retto e gran lavoratore. Ho cercato per anni la perfezione, seminando errori, che poi ho coltivato, cucinato e mangiato. Mio padre da me si aspettava ben altri raccolti.
Mi chiamo Andrea Giovanni Battantier, psicologo in un Consultorio, e sono ossessionato da mio padre, che un bel giorno lascia tutto in campagna e si mette a cercarmi, finendo barbone. E' stata mia la colpa? Io me ne partii per rinascere uomo. Lui per morire da bambino che non fu. Mio padre che non mi parlava, e mi scriveva belle lettere con la sua penna antica. Io leggevo quei pesanti fogli e sì, mi commuovevo, ma mai una volta poi trovai il coraggio di rispondere. Io parlavo bla bla bla, e lui scriveva ccccccccccc.
Io un bel giorno lo trovai sulla panca del mio Consultorio, con la barba e quel suo essere ormai sperso e l…

Un giorno mi perdonerò

"Un giorno mi perdonerò. Del male che mi sono fatta. Del male che mi sono fatta fare. E mi stringerò così forte, da non lasciarmi più". (Emily Dickinson).

Viele kleine Dinge

Lots of little things you can do to make a big difference in your life. Live on both sides of your life. You can change your settings inside your soul. A piccoli passi puoi cambiare molto sai di questa vita? Vivi pienamente, in sintonia con l'anima tua. ("Lettere a una figlia", M. Thompson Nati/A. Battantier, 2007)

Viele kleine Dinge, die Sie tun, um einen großen Unterschied in Ihrem Leben machen können. Leben auf beiden Seiten Ihres Lebens. Sie können Ihre Einstellungen in deiner Seele zu verändern.

Lucio Dalla, Telefonami tra 20 anni.

"Importante è avere in mano la situazione. Non ti preoccupare, di tempo per cambiare ce n'è. Alle porte dell'universo l'importante è non arrivarci in fila, ma tutti quanti in modo diverso, magari arrivando a pezzi, ma ognuno coi suoi mezzi". (L. Dalla, Telefonami tra 20 anni).