30.1.17

EMOZIONI

LE MIE EMOZIONI VE LE DOVRETE GUADAGNARE. "Ho provato a cambiare lui. In tutti i modi. Poi ho compreso (botta dopo botta, burrone dopo burrone, cucchiaino dopo cucchiaino) che a cambiare dovevo essere io. Ma non per lui. Per me. Per me che mi prendevo tutte le colpe del mondo, e lentamente affondavo nel gorgo perfido della tristezza. Io che poverina mi volevo prendere cura di lui, quel bastardo rotto in culo. Io che, maledetta me, pensavo di essere un poco perfetta, ed onnipotente. Io che donavo le migliori mie energie, finendo poi sfinita, e moribonda in fondo al fosso della dignità. No, non posso rinunciare più alla mia dignità. Che c'era di sbagliato in me? La cecità emotiva, perché quando le emozioni ti salgono al cervello, lo prendono in ostaggio e non capisci più un cazzo che è un cazzo. Ma io non ci sto più. Uomini, siete avvertiti: emozioni sì...ma le ve le dovrete guadagnare tutte". (Memorie di un amore, A. Battantier, Anto93).