26.12.07

A Luisa che chiede: "Come si riconosce l'amore vero?"



L'amore è facile da giocare, se non si pensa troppo.
Pensare non fa vedere le sfumature.
Per le sfumature non bisogna pensare.
L'istinto ti fa passare sulle cose come il pennello o un raschietto da falegname
E' difficile se ci pensi, ma se ci pensi è facile.
Potessi spegnere il cervello ogni tanto;
lui che è così bravo ad aprirmi la strada verso il nulla.


Nulla, un modo di dire per non apparire.
Ho bisogno di un posto dove nascondermi.
Ma non nel passato. Il passato dà alla testa e manca l'aria al cervello.
Serve oggi oggi oggi, e poi si va a domani.
E mi detesto quando guardo indietro.
Cuore errante, nella preistoria della mia isola che non c'è più, non si distingue il paradiso dall'inferno,
e il dolore ha il colore del cielo.
Basterebbe essere se stessi.
Per un Amore totale,
intimo,
assoluto,
da morire,
e da tornare a vivere.
Amore, amore, che vuoi che ti dica?
Mica è tutto razionalità.
Quando lo senti è amore,
e quando non lo sai è amore,
e quando lo sai è amore,
e quando non lo chiami e non lo invochi è amore.
Si dice che non si prova,
si prova ma non si dice,
E' la paura la fregatura.
E non è facile, e sarebbe bello innamorarsi come stupidi degli stupidi.
Gli stessi errori di sempre, e non cresciamo mai.
Siamo esserini e viviamo di espedienti e ripetizioni.
Voglio essere ingenuo, voglio essere stupido,
e innamorarmi come stupido degli stupidi.
Amo i disegni della tua mente.