27.12.08

Descrivi il tuo Mobbing (contributo di Sarah)

Il nuovo capoufficio, e il gruppo intorno a lui.
Ed io lentamente sola, a lottare contro tutti. Però mi sentivo forte come un orsa ("orsarah" è il mio soprannome) e non avrei mai ceduto. Pensavo.
Poi, la vita in azienda sempre più difficile, perché ti senti circondata.
Loro non ti intimano la resa, anzi ti sorridono, aspettano la consegna delle armi.
E più tenti di resistere più l'ansia ti uccide, e quando non dormi per 3 mesi, le cose diventano oggetto di interesse per lo psichiatra.
E’ la crudeltà di chi ti sminuisce fino a farti fragile come un cristallo antico.
E alla fine te ne vai.