13.12.08

Gita a Ravenna (quasi un documentario)

L'amore che strappa i capelli è perduto ormai, io l'amavo moltissimo, e mi aveva insegnato ad andare in bici, ad amare il mare, e a fare l'amore dentro ad una petroliera.
Mi riferisco a Ravenna, la città che ho vissuto in fondo per tanti anni.
A Ravenna ho conosciuto Chiara. Ci sono tornato, nella mia città, una gita, quasi un documentario, alla ricerca delle mie origini, ma sopra tutto, del fantasma di Chiara.
Solo ora mi accorgo dello sbaglio enorme. Ora che lei convive a Milano con un flautista e ha un figlio bellissimo che fa le pubblicità delle Nike (mi dice la vecchia Elisa, la barista).
Ma mica mi sento solo! Oddio, solo, un po'.

In fondo, tante volte abbiamo tentato la rianimazione, ma io mi chiedo, dopo tanta analisi, perché proprio ora, a 46 anni, la fame d'amore è ancor più forte?
Mi sono svegliato dal letargo come un pitone innamorato.
Cerco Chiara in queste vie di Ravenna, ho bisogno della sua carne, ma la carne di un fantasma non soddisfa il languore del cuore.