1.12.16

LA VITA PERDUTA CI SI RIVOLTERÀ CONTRO

LA VITA PERDUTA CI SI RIVOLTERÀ CONTRO. "Sono convalescente. Sono avvenute trasformazioni, ora per ora. Sto arrivando all'essenza. Voglio fare i conti con l'invisibile. Per arrivare alla purezza dei sentimenti. È questa la moneta dell'onestà. Vediamo se sono capace di volermi ancora bene. Mia nonna diceva: 'Non ho più tempo per bere del vino cattivo!'. Mio nonno preferiva: 'Chi non sta con me in tempo di guerra non sta con me in tempo di pace!'. Figurarsi chi non sta con me in tempo d'amore. Non sto scappando, sto vivendo il mio viaggio, che mi porta incidentalmente lontano da te. Noi siamo quello che scegliamo di essere. Anche incidentalmente, siamo noi che scegliamo". (RACCONTAMI L'ESTATE, A. Battantier, S. Negro, 2016). "Ogni vita non vissuta accumula rancore verso noi, dentro noi, moltiplicando le presenze ostili. La vita che è stata perduta, all’ultimo, ci si rivolterà contro“. (C.G Jung).