19.12.16

SU, GIÙ, LE FASI DELLA VITA QUI E OLTRE IL KARMA: FINCHÉ NON CAPISCIL'ERRORE LA VITA TE LO RIPROPONE IN VARIE SALSE DI MERDA

SU, GIÙ, LE FASI DELLA VITA QUI E OLTRE IL KARMA: FINCHÉ NON CAPISCI L'ERRORE LA VITA TE LO RIPROPONE IN VARIE SALSE DI MERDA. "Alle volte va bene, alle volte una melma che poi scopri era merda. Le stagioni della vita possono alternarsi in un giorno solo. Che bello quando ti va tutto bene. Io ho avuto quei periodi di serenità, amici, la ragazza, la scuola, alla grande in famiglia. Poi si fece scuro: i miei separati, la malattia e la morte di nonna, Alfredo con Gaia Lucilla (troietta), la bocciatura. Sembrò andare tutto storto per 3 anni. Poi cambiai scuola, città, ed infine a 20 anni paese. Lentamente tornò il sereno. Ma le cose non cambiano affatto senza fare niente, serve l'avvio di una coscienza. Io capii che avevo dato troppo ad Alfredo. Capii che la malattia e la morte fanno parte della vita, che le scorciatoie di droghe e compagnie sbagliate non portavano alla strada desiderata. Però rimasi dell'idea che Gaia Lucilla fosse una troietta. Ho capito che le situazioni assurde e imbarazzanti, quelle nefaste, servono a qualcosa. Finché non capisci l'errore, la vita te lo ripropone in varie salse di merda. Per iniziare qualcosa di nuovo risulta utile portare a termine il vecchio. E se c'è impedimento, occorre capire perché e come risolvere. Le crisi si risolvono iniziando ad affrontarle, preparando il cambiamento a tempo debito, ma mica tutto e subito, meglio poco alla volta, serve tempo, il tempo che serve al cambiamento. Intanto io consiglio: liberatevi dai pesi. Sia leggera l'esistenza, il peso giusto per non disperdersi nel vento. E soprattutto: un po' di coraggio. Giocare seriamente alla vita implica saper scegliere tra le invenzioni della fantasia. Scegliere e poi fare". (A. Battantier, Memorie di una dipendenza, 2007, F. Brà).