15.5.17

IO SONO GROOT.

IO SONO GROOT. E NON MOLLO. "Se dovessi descrivermi direi che io sono Groot! Sono un ragazzo che cerca di crescere con le radici ben piantate. Ho perso spesso, soprattutto me stesso. Ho perso quando meno me l'aspettavo. Un albero sembra forte, immenso e resistente ma poi, al dunque, bastano migliaia di termiti a ridimensionarti. Io sono Groot, ci provo a sempre a ripartire da una radicietta, sapete, quand'ero in crisi provai pure a fare il baby sitter ma, a me hanno preferito la solita fregna moscia. Ma io sono Groot e non mollo, nonostante tutto, comunque vada". (Memorie di un adolescente, A. Battantier 2015, frammento di Greg, 19 anni).