Passa ai contenuti principali

CAMPAGNA ANTIFUMO E LA MUCCA VIOLA

Ha sollevato più di una polemica la campagna svizzera antifumo 2014. Il nuovo spot televisivo di M. Thompson Nati è nato partendo dai celebri versi di Gelett Burgess (The Purple Cow, 1985): "I never saw a purple cow. I never hope to see one. But I can tell you anyhow, I'd rather see than be one". Ovvero: "Non ho mai visto una mucca viola. Non ho mai sperato di vederne una. Comunque posso dirti, preferisco vederne una che esserlo". Immaginate ora uno spot di 30 secondi. L'ambientazione, un paesaggio alpino molto bello, affascinanti montagne verdi e su su, in alto la neve. La macchina da presa, lentamente, si avvicina verso quella che sembra una placida mucca color viola. In sottofondo una roca e dignitosa voce maschile, accompagna la scena fino al primo piano della mucca ruminante: "Non ho mai visto una mucca viola. Non ho mai sperato di vederne una. Comunque, posso dirti, meglio essere una mucca viola che avere la morte in gola". E' doveroso ricordare che il fumo crea problemi a livello respiratorio ma è anche un importante fattore di rischio cardiovascolare. Ricordiamo, inoltre, che tra i cardiopatici fumatori, quattro su cinque soffrono di disfunzione del pene. Spesso i pazienti non sembrano preoccupati di rischi come l’infarto o il tumore alla gola o ai polmoni. In una lunghissima fase iniziale tali rischi vengono percepiti come remoti o comunque evitabili modificando -MAGARI UN GIORNO CHISSA'…PRIMA O POI- un comportamento e stile di vita. In fondo smettere di fumare è solo FORZA DI VOLONTA'. Italia, 38.500 nuovi tumori al polmone nel 2012. Il legame tra fumatore e sigaretta si spezza in 3 casi su 100, grazie alla forza di volontà. Il CHISSENEFREGA del fumatore funziona solitamente fino a quando giunge la diagnosi. Allora il CHISSENEFREGA cede il passo al VITTIMISMO: ci si DISPERA, dopo. CONSAPEVOLEZZA e FORZA DI VOLONTA' prevedono invece un percorso in grado di prevenire il VITTIMISMO e la disfatta ad opera di un male, in molti casi, evitabile. Insomma, parafrasando Lao Bu- Shem: "Tu avrai ciò che fumi". (Andrea Battantier)

Post popolari in questo blog

Mi chiamo Andrea Giovanni Battantier, psicologo in un Consultorio

(Dedicato a mio padre e al papà di Antonio Leotti)

Me ne sono andato pensando all'errore di lasciare solo mio padre, Antonio Gennaro Battantier, nato a San Casciano dei Bagni, agricoltore, uomo retto e gran lavoratore. Ho cercato per anni la perfezione, seminando errori, che poi ho coltivato, cucinato e mangiato. Mio padre da me si aspettava ben altri raccolti.
Mi chiamo Andrea Giovanni Battantier, psicologo in un Consultorio, e sono ossessionato da mio padre, che un bel giorno lascia tutto in campagna e si mette a cercarmi, finendo barbone. E' stata mia la colpa? Io me ne partii per rinascere uomo. Lui per morire da bambino che non fu. Mio padre che non mi parlava, e mi scriveva belle lettere con la sua penna antica. Io leggevo quei pesanti fogli e sì, mi commuovevo, ma mai una volta poi trovai il coraggio di rispondere. Io parlavo bla bla bla, e lui scriveva ccccccccccc.
Io un bel giorno lo trovai sulla panca del mio Consultorio, con la barba e quel suo essere ormai sperso e l…

Un giorno mi perdonerò

"Un giorno mi perdonerò. Del male che mi sono fatta. Del male che mi sono fatta fare. E mi stringerò così forte, da non lasciarmi più". (Emily Dickinson).

Viele kleine Dinge

Lots of little things you can do to make a big difference in your life. Live on both sides of your life. You can change your settings inside your soul. A piccoli passi puoi cambiare molto sai di questa vita? Vivi pienamente, in sintonia con l'anima tua. ("Lettere a una figlia", M. Thompson Nati/A. Battantier, 2007)

Viele kleine Dinge, die Sie tun, um einen großen Unterschied in Ihrem Leben machen können. Leben auf beiden Seiten Ihres Lebens. Sie können Ihre Einstellungen in deiner Seele zu verändern.

Lucio Dalla, Telefonami tra 20 anni.

"Importante è avere in mano la situazione. Non ti preoccupare, di tempo per cambiare ce n'è. Alle porte dell'universo l'importante è non arrivarci in fila, ma tutti quanti in modo diverso, magari arrivando a pezzi, ma ognuno coi suoi mezzi". (L. Dalla, Telefonami tra 20 anni).