16.5.16

LE NOTTI DI CABIRIA

LE NOTTI DI CABIRIA. [...] Quando gli dissi: “Fammi scendere da questo treno”, già pronta a leccarmi la feritina del salto in corsa di un treno partito dalla stazione dell'amore. Ma lui non mi fece scendere esortandomi, piuttosto, a continuare: “Ma che dici? Si parte dai, corriamo!”. Poi, la folle velocità, ed il burrone. Non era meglio scendere prima?. ("L'elegante elefante schiaccia le formiche senza saperlo", proverbio africano. E, senza saperlo, è nella migliore delle ipotesi). (Era lei, T. Bergen, 2009).