19.7.17

QUANDO L'ALLIEVO SUPERA IL MAESTRO


QUANDO L'ALLIEVO SUPERA IL MAESTRO. "Dopo 10 anni di attesa un allievo venne finalmente ricevuto dal suo venerabile maestro, per il rito di beveraggio nella tenda del tè. Il maestro servì un fumante tè da una gigantesca teiera, Colmò la tazza del suo ospite, continuando con noncuranza a versare il liquido che, iniziò a traboccare, inondando il tavolo tutto e le gambe del povero allievo. Questi, trovò il coraggio di dire: 'Maestro, la tazza è ricolma, non ce n'entra più!!'. Il maestro rispose con uno sguardo severo e, nel contempo, sarcastico: 'Come questa tazza, tu sei ricolmo delle tue sciocche opinioni. Come posso spiegarti la Via della Conoscenza, se prima non vuoti la tua tazza?'. L'allievo allora si alzò, prese delicatamente la tazza ricolma e -tutto d'un tratto- la vuotò, gettandola sul viso del maestro. Poi, abbandonò la tenda, lasciandovi il vecchio perplesso e leggermente ustionato. L'allievo si aprì una scuola sua. La chiamò la SCUOLA DEL TÈ. La frase incisa nel legno dello stemma recitava: SCUOLA DEL TÈ, QUI OGNUNO IL TÈ SE LO VERSA DA SÉ".  (M. Thompson Nati, Around, Around Lao Bu-Shem, 1962).