28.3.16

L'ALBERO ED IO

L'ALBERO ED IO. "Quando il mio ultimo giorno verrà, non voglio pietra su questo mio corpo, perché pesante mi sembrerà. Cercate un albero giovane e forte, quello sarà il posto mio. Ed in inverno, nel lungo riposo, come dormendo, del mio risveglio, sarò fiducioso. E a primavera ancora vivi saremo e innalzerò le mie dita di rami verso quel cielo così misterioso. Ed in estate sventoleremo bandiere di foglie e canteremo canzoni di vita. E così, assieme, vivremo in eterno qua sulla Terra, l'albero ed io". (FG).