25.2.17

GLI ENIGMI DELLA RAGIONE

ANCHE DI FRONTE ALL'EVIDENZA. "Alle volte sembra che uno ragiona, in realtà gira solo con il cervello per trovare il modo di avere ragione, magari pure sragionando. È che alle volte non si vuole capire per capire, ma solo aver ragione. E alle volte siamo di coccio, molto di coccio, e molto più che quello che pensiamo. Anche di fronte all'evidenza non ammettiamo di aver sbagliato. Niente, sembra più forte di noi. Resta un mistero. Come riusciamo ad adattare una cazzata alla nostra convinzione di verità?
Forse che non ammettiamo di poter sbagliare? Forse che non vogliamo accettare la fragilità e caducità dell'essere umano? Forse ci crediamo semplicemente Stocazzo??
Io con la mia ragazza ho sbagliato, e pure di tanto. Aò: c'ho messo 5 anni per capirlo. 
La mia peggiore punizione è stata proprio la mia sciocca convinzione che mi ha sciolto dentro paranoie e ipocrisie, e cinico senso del mondo. Per rinascere ho dovuto rigettare, una ad una, le mie rigide, antiche e saccenti convinzioni, nate a tutelare il mio povero e smisurato ego. Oggi, a distanza di 5 anni, chiedo perdono a Chiara. Chiara, ovunque tu sia: perdono". (Memorie di un amore, A. Battantier, Nick Salvo, 2009).