29.7.15

MI PORTO DENTRO I MIEI VOLTI

MI PORTO DENTRO I MIEI VOLTI. "Ci sentiamo sempre più giovani di quel che siamo. Mi porto dentro i miei volti precedenti, come un albero contiene i suoi anelli. Io sono la loro somma. Lo specchio vede solo il mio ultimo volto, ma io sono anche tutti quelli precedenti. I ricordi mi scrutano -un mattino di giugno- troppo presto per svegliarsi, troppo tardi per riprendere sonno. Come quando un uomo è così immerso in un sogno che mai, ritornato al suo spazio, ricorderà l'esserci stato. E nelle profondità della terra, scivola silenziosa l'anima come una cometa". (M. Thompson Nati, Around. Around Tomas Tranströmer, 2015).